- Aree Tematiche - L'Amministrazione - Vivere Sant'Elpidio a Mare - Servizi
HOME » Coronavirus » CORONAVIRUS - DAL 6 DI MAGGIO APRE L’ECOCENTRO DI CASETTE D’ETE

04/05/2020

CORONAVIRUS - DAL 6 DI MAGGIO APRE L’ECOCENTRO DI CASETTE D’ETE

Da mercoledì 6 maggio sarà aperto l’ecocentro di Casette d’Ete. Quello del capoluogo resterà chiuso all’utenza in quanto è stato messo a disposizione dell’Ecoelpidiense per un temporaneo utilizzo sovracomunale.  

Il servizio si svolgerà in forma rimodulata, con ingressi scaglionati, al fine di rispettare le prescrizioni sul distanziamento sociale previste dalle norme per la riduzione del contagio da Covid-19. Il servizio sarà garantito esclusivamente per conferimenti urgenti e necessari, al fine di limitare gli spostamenti degli utenti nel territorio. I cittadini che si spostano nel territorio per raggiungere il centro di raccolta devono giustificare, tramite idonea autocertificazione da presentare per un eventuale controllo, le motivazioni di carattere igienico-sanitario che rendano il conferimento necessario e indifferibile.

La riapertura riguarderà inizialmente, a partire dal 6 maggio 2020, il solo ecocentro in località Brancadoro e l’apertura sarà garantita per 16 ore settimanali secondo il seguente calendario: lunedì ore 16.00/18.00, martedì ore 10.00/13.00, mercoledì ore 16.00/18.00, giovedì ore 10.00/13.00, venerdì ore 15.00/18.00, sabato ore 10.00/13.00.

Il servizio sarà organizzato con la presenza di almeno due operatori: il primo operatore rimarrà all’esterno, in prossimità del cancello, per garantire l’accesso ordinato, invitando gli utenti a restare all’interno dell’autoveicolo mentre un secondo operatore guiderà gli utenti all’interno, indicando la localizzazione dei contenitori appositi in relazione alle tipologie di rifiuti da conferire, controllando che il conferimento avvenga in maniera corretta.

L’accesso sarà consentito ad un solo utente per volta, il quale dovrà obbligatoriamente essere munito di mascherina e guanti protettivi e potrà scendere dall’autoveicolo una sola persona.

Come ovvio, è tassativamente vietato l’ingresso all’ecocentro alle persone attualmente positive al tampone COVID-19 o poste in quarantena obbligatoria. Gli utenti dovranno accedere con i rifiuti già separati, al fine di ridurre al minimo i tempi di permanenza all’interno della struttura. Gli scarichi dovranno essere effettuati autonomamente dagli utenti in quanto gli operatori non potranno intervenire, al fine di garantire le misure di distanziamento sociale. L’utente, all’interno dell’ecocentro, dovrà seguire un percorso obbligato in base ai rifiuti da scaricare e non dovrà intrattenersi con il personale oltre il tempo strettamente necessario per il conferimento. La strada di accesso avrà un punto di entrata ed un punto di uscita differenti, per permettere il formarsi delle code di attesa, nonché per una migliore regolamentazione del traffico. Gli operatori della ditta appaltatrice hanno il dovere di invitare ad abbandonare l’ecocentro gli utenti che non rispettino tali regole informando, se del caso, le forze dell’Ordine.