Sei qui:

Comunicati Stampa - Comune di Sant'Elpidio a Mare

IL PUNTO SUL DISSESTO IDROGEOLOGICO DELL’ETE MORTO

PDF Stampa E-mail
INIZIATI I LAVORI PER LA PULIZIA DELL’ALVEO DEL FIUME
 
SANT’ELPIDIO A MARE 09.08.2018 – Sono iniziati i lavori per la pulizia dell’alveo dell'Ete Morto, nel territorio di Casette d’Ete, con i soldi stanziati dalla Regione e messi a disposizione della Provincia. E’ stato creato l’ingresso per lavorare con l’escavatore e procedere poi alla pulizia con la rimozione dei tronchi che possono essere un pericolo per il regolare deflusso dell’acqua per poi procedere con i lavori sulla palizzata.
Subito dopo il periodo delle ferie estive la ditta impegnata sul posto si incontrerà con il Sindaco Alessio Terrenzi e con l’Assessore ai Lavori Pubblici Norberto Clementi, assieme al tecnico Luciano Taddei, per valutare ulteriore lavori da fare.
Nel dare tale comunicazione il Sindaco Terrenzi fornisce, inoltre, una corretta informazione sullo stato del dissesto idrogeologico del Torrente Ete Morto e conseguenti iniziative intraprese, anche alla luce di recenti articoli apparsi sulla stampa locale.
“In primo luogo l’Amministrazione mantiene il ruolo di raccordo con gli Enti che hanno parte attiva nella problematica: con il Servizio Genio Civile della Regione Marche, per la verifica dello stato di avanzamento di un progetto complessivo di sistemazione dell’asta fluviale; con la Provincia per l’inserimento in programmi finalizzati ad ottenere finanziamenti in ottica di Bacino; con il Consorzio di Bonifica Marche per intervenire tempestivamente nelle situazioni di evidente dissesto e nella progettazione di interventi; con la Coldiretti al fine di raccordare singole iniziative di competenza dei proprietari di aree agricole interessate dai dissesti – dice il Sindaco - Queste attività si basano su un lavoro di ricognizione dello stato del dissesto idrogeologico eseguito puntualmente sul tratto di corso d’acqua che attraversa il nostro comune, svolto dal geol. Luciano Taddei, finalizzato anche a dare seguito alla progettazione esecutiva per quelle situazioni che hanno i requisiti per accedere ai finanziamenti del programma nazionale di “Italia Sicura”.
A seguito di queste ricognizioni, i fenomeni che coinvolgono il Torrente Ete Morto sono stati mappati e suddivisi per tipologia, entità e conseguente livello di fattibilità di singoli interventi.
Ovviamente, come suggerito dallo stesso professionista, ogni intervento sull’asta fluviale deve essere inquadrato nell’ottica dell’intero bacino, quindi gli esisti del progetto complessivo del Servizio Genio Civile della Regione Marche diventano prioritari e propedeutici rispetto a qualsiasi altro intervento; questo progetto viene costantemente monitorato dal Comune di Sant’Elpidio a Mare nell’iter per l’ammissione a finanziamento”.
Tuttavia, nel corso del corrente anno, i risultati delle ricognizioni sono stati portati a conoscenza ed a più riprese in specifici incontri con i proprietari terrieri direttamente coinvolti dai fenomeni, svolgendo anche sopralluoghi con i diretti interessati al fine di concordare modalità e tipologie di intervento. Ciò sta a significare che oltre agli interventi attualmente in corso nell’area del ponte di Casette d’Ete dei quali è stato già riferito con specifici comunicati, l’Amministrazione sta individuando le diverse soluzioni in un’ottica condivisa, favorendo il confronto con tutti i soggetti interessati.
Recentemente, sempre a seguito delle indicazioni raccolte dal geol. Luciano Taddei, sono state individuate situazioni di minore entità rispetto ai dissesti principali, ma ugualmente importanti ai fini della sicurezza delle aree coinvolte, per le quali si rende possibile e fattibile un intervento di proprietari e Consorzio di Bonifica, con l’auspicio che vi sia una funzione di raccordo da parte delle associazioni di categoria; questo richiamo, rivolto in particolare alla Coldiretti, è solo l’ultima delle iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale che si basano sempre e solamente sulla conoscenza dello stato dei fenomeni e sulla loro evoluzione, cosa che oggi è possibile a seguito della ricognizione dello stato dei dissesti.
 
“E’ questo, a nostro giudizio – dice il Sindaco Alessio Terrenzi - il corretto approccio alla problematica che si basa su tre principi propedeutici a qualsiasi intervento: conoscenza, analisi, programmazione in un’ottica di bacino. Tutto il resto, onestamente, non ci interessa in quanto sono facili fantasie che tendono solo a fare presa sull’opinione pubblica”.
 

PULIZIA SUL FIUME ETE MORTO: BASTAVA CHIEDERE

PDF Stampa E-mail
I MEZZI SONO GIA’ SUL POSTO E I LAVORI INIZIANO LUNEDI
 
SANT’ELPIDIO A MARE 05.08.2017 – “Anziché cercare a tutti costi il sensazionalismo, anziché attaccare questa Amministrazione alla cieca sarebbe bene prima informarsi sia per evitare di creare allarmismi che per evitare brutte figure. Non mi interessano gli attacchi per cui la mia vuole solo essere una precisazione a quanto detto dal Movimento 5 Stelle in merito alla pulizia dell’alveo del fiume, ma mi amareggia verificare che, evidentemente, la parola collaborazione non appartiene a questo gruppo”.
Il Sindaco, Alessio Terrenzi, interviene in merito all’infelice uscita dei 5 Stelle in merito alla pulizia dell’Ete Morto.
“In occasione del primo consiglio comunale ho chiesto collaborazione e dialogo con il Sindaco – dice Terrenzi – ma sembra che ciò che è stato detto non è stato affatto compreso o, almeno, non interessa ai 5 Stelle. Vi dico, nel merito dei lavori, che l’escavatore è a Casette, il mezzo è già sull’argine del fiume e lunedì comincia la pulizia dell’alveo con i soldi stanziati dalla Regione e messi a disposizione della Provincia. Il primo lavoro che sarà realizzato è la pulizia dell’alveo, sarà creato l’ingresso per lavorare con l’escavatore e procedere nei giorni successivi. Sarebbe bastato informarsi: la ditta è la Celi di Falerone ed i lavori sono stati affidati dall’ex Genio Civile Provinciale, oggi passato alla Regione Marche. Bastava semplicemente chiedere: abbiamo lavorato con gli enti superiori per creare le condizioni per affrontare una problematica, quella della pulizia del fiume, rispetto alla quale non abbiamo mai abbassato la guardia. Abbiamo più volte incontrato gli Enti competenti ed anche monitorato la situazione sollecitando interventi urgenti ed è quello che sarà fatto. Le chiacchiere lasciano il tempo che trovano. Noi siamo abituati ai fatti: ringrazio per i consigli che mi si vogliono dispensare ma i consigli, semmai, vanno dati personalmente al Sindaco con il quale, confrontandosi, ci si poteva rendere conto che il consiglio non serviva perché ci si era già attivati in modo concreto”.
 

OPERE PUBBLICHE

PDF Stampa E-mail
FIRMATO STAMATTINA IL CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELLA ROTATORIA
TRA VIA ANGELI E VIA TEVERE
 
SANT'ELPIDIO A MARE 03.08.2018 – E’ un’opera attesa da tempo e la cui realizzazione rientra nell’ambito dell’accordo di programma in attuazione in via Monturanese: si tratta della rotatoria da realizzare tra via Angeli e via Tevere, zona ex Ommag il cui contratto per la consegna dei lavori è stato firmato questa mattina al palazzo comunale alla presenza della ditta, del dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale e della Giunta.
 
“Il contratto è stato firmato con la ditta Fabbri di Pietracuta di San Leo – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Norberto Clementi – con 140 giorni di tempo dalla consegna dei lavori. La direzione dei lavori è a capo della Provincia visto che rientra nell’accordo di programma di via Monturanese. Rup è Monia Illuminati ed i lavori sono per un importo di 180.000 euro, firma del contratto a 145.000 euro”.
 
Sono iniziati immediatamente i confronti fra tecnici, compresi i Vigili Urbani, visto che si tratta di una zona delicata della Città, soprattutto per quanto riguarda il traffico.
 
“Si tratta di un’opera molto attesa e in una zona particolarmente importante per la viabilità della nostra Città – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – e consapevoli di ciò ci si organizzerà per creare meno disagio possibile ma è evidente che, come ogni volta che c’è da convivere con un cantiere, potranno esserci delle difficoltà soprattutto considerato che lungo quella via, sulla Monturanese appunto, sono in corso altri lavori. Sono certo che gli elpidiensi comprenderanno l’importanza di un intervento di questo tipo e la loro pazienza e comprensione sarà ripagata con un’opera che renderà più fluida la circolazione stradale, per il bene di tutti”.
 
L’apertura del cantiere è prevista all’inizio di settembre visto che la ditta sta terminando alcuni iniziati e visto che si è a ridosso del periodo feriale.
 

I CAMPI ESTIVI DI SCIENZE, MATEMATICA, INFORMATICA E CODING

PDF Stampa E-mail
DOMANI ULTIMO GIORNO ALLA BACCI PER LE RAGAZZE ED I RAGAZZI DELLA SCUOLA SECONDARIA
 
SANT'ELPIDIO A MARE 03.08.2017 – Si conclude domani mattina, venerdì 4 agosto, il campo estivo di scienze, matematica, informatica e coding attivato a seguito del progetto “L’apprendista STEM-one: un viaggio con macchine fantascientifiche” all’Isc di Sant’Elpidio a Mare. Si tratta di un progetto con cui la scuola ha vinto un bando promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri rivolto alle istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo e secondo grado. Per gli alunni e le alunne della scuola secondaria l’esperienza si conclude domani mentre per i più piccoli si terrà nelle prime due settimane di settembre.
 
E’ stata un’esperienza stimolante e decisamente originale per i 24 i partecipanti di cui il 62% femmine (15) ed il 38% maschi (9). Tra di essi, anche tre studenti provenienti da Monte Urano.
Questa mattina hanno avuto modo di mostrare il frutto del loro lavoro al Sindaco, Alessio Terrenzi ed al consigliere delegato per la scuola e la pubblica istruzione Francesco Lepri. Il campus, coordinato dal professor Gianni Monti, ha coinvolto studenti e studentesse in lavori manuali – oltre che in momenti di gioco e di svago - che li hanno portati a concretizzare principi scientifici in vere e proprie creazioni. L’approccio con la robotica, per loro stessa ammissione, è stato sorprendente: sono state realizzate, con un pizzico di fantasia, le città del futuro e a difesa delle mura cittadine è stato posto un singolare guardiano.
I ragazzi e le ragazze, infatti, hanno dato vita ad un robot capace di muoversi in autonomia.
 
“E’ stata una positiva esperienza per la nostra scuola – ha detto il Dirigente Scolastico Giocondo Teodori presente questa mattina assieme al prof. Monti – ed abbiamo saputo cogliere una preziosa occasione per i nostri ragazzi e non solo, visto che si tratta di un progetto attivato a livello provinciale”.

Particolarmente soddisfatto e positivamente colpito dalla risposta delle ragazze e dei ragazzi è il prof. Monti che ha registrato un’ottima risposta da parte loro e che ha il merito di aver trasmesso loro la sua profonda passione per le materie che insegna.
 
“L’attuazione di un progetto di questo tipo conferma quanto la nostra scuola sia capace di lavorare bene e con progetti all’avanguardia e non è nemmeno l’unico – ha detto il Sindaco, Alessio Terrenzi nel salutare i ragazzi – sono certo che queste due settimane siano state di arricchimento per i partecipanti. Poter vantare professionalità come quella del prof. Monti è per tutti noi motivo di orgoglio ed i nostri ragazzi devono essere contenti di avere insegnanti con tanta e tale passione. A loro e alle loro famiglie va il mio particolare ringraziamento per aver saputo cogliere l’occasione e per aver saputo riconoscere l’importanza dell’opportunità offerta, per un’estate senza dubbio alternativa e particolarmente stimolante”.
 

VIABILITA'

PDF Stampa E-mail
FIRMATO STAMATTINA IL CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELLA ROTATORIA
TRA VIA ANGELI E VIA TEVERE
 
SANT'ELPIDIO A MARE 03.08.2017 – E’ un’opera attesa da tempo e la cui realizzazione rientra nell’ambito dell’accordo di programma in attuazione in via Monturanese: si tratta della rotatoria da realizzare tra via Angeli e via Tevere, zona ex Ommag il cui contratto per la consegna dei lavori è stato firmato questa mattina al palazzo comunale alla presenza della ditta, del dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale e della Giunta.
 
“Il contratto è stato firmato con la ditta Fabbri di Pietracuta di San Leo – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Norberto Clementi – con 140 giorni di tempo dalla consegna dei lavori. La direzione dei lavori è a capo della Provincia visto che rientra nell’accordo di programma di via Monturanese. Rup è Monia Illuminati ed i lavori sono per un importo di 180.000 euro, firma del contratto a 145.000 euro”.
 
Sono iniziati immediatamente i confronti fra tecnici, compresi i Vigili Urbani, visto che si tratta di una zona delicata della Città, soprattutto per quanto riguarda il traffico.
 
“Si tratta di un’opera molto attesa e in una zona particolarmente importante per la viabilità della nostra Città – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – e consapevoli di ciò ci si organizzerà per creare meno disagio possibile ma è evidente che, come ogni volta che c’è da convivere con un cantiere, potranno esserci delle difficoltà soprattutto considerato che lungo quella via, sulla Monturanese appunto, sono in corso altri lavori. Sono certo che gli elpidiensi comprenderanno l’importanza di un intervento di questo tipo e la loro pazienza e comprensione sarà ripagata con un’opera che renderà più fluida la circolazione stradale, per il bene di tutti”.
 
L’apertura del cantiere è prevista all’inizio di settembre visto che la ditta sta terminando alcuni iniziati e visto che si è a ridosso del periodo feriale.
 
Pagina 1 di 239